Turismo. L’Europa riapre le frontiere a 15 paesi

Da domani l’Europa riapre le proprie frontiere a 15 Paesi, compresa la Cina, mentre restano esclusi gli Stati Uniti. L’Unione europea, dunque, ha deciso di riaprire, da domani, mercoledì 1 luglio 2020, le sue frontiere esterne a 15 paesi terzi, tra cui la Cina, ma a condizione di reciprocità. Fuori dall’elenco gli Usa ancora in piena pandemia. Lo si apprende a Bruxelles dopo il voto degli Stati membri alle raccomandazioni e alla lista. L’Italia ha votato a favore.

Una lista che comprende Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Montenegro, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Serbia, Corea del Sud, Thailandia, Tunisia, Uruguay e Cina (soggetta appunto alla conferma della condizione di reciprocità). Una maggioranza qualificata di 27 ha votato a favore della raccomandazione.

L’apertura verso alcuni di questi paesi può rappresentare una boccata di ossigeno anche per il turismo della costiera sorrentina. Anche se non rappresentano i flussi maggiori, sicuramente aprire le porte ai viaggiatori di Giappone, Corea del Sud ed Australia ed anche Cina può aiutare in questa fase di lenta ripresa.

The post Turismo. L’Europa riapre le frontiere a 15 paesi appeared first on SorrentoPress.