Traslochi, come farli e quanto costano

Effettuare un trasloco in modo pratico, evitando quindi che questo sia causa di stress eccessivo e notevole perdita di tempo

Le opportunità oggi non mancano, anche la rete può venire in soccorso offrendo spunti, oltre che soluzioni ideali, per portare a termine l’impresa.
Parlando di costi poi la forbice diventa piuttosto ampia in quanto ce ne è per tutti i gusti: chi vuole abbattere quasi completamente l’esborso può affidarsi al fai da te, che ovviamente implica il fatto di avere tanto tempo a disposizione da dedicare al trasloco, oltre ad un mezzo di spostamento sufficientemente capiente.
Ma chi decide di affidarsi ad una ditta di traslochi, a quali cifre va incontro? Quali sono poi gli elementi da valutare quando si procede alla richiesta di un preventivo? Vediamo nel dettaglio alcune indicazioni importanti.

Trasloco, quali sono i costi

Indicare un costo non è semplice, sono realmente tanti i fattori che influiscono: su tutti, la città. Un trasloco a Roma o a Milano avrà costi diversi, anche di molto, rispetto ad uno eseguito in una piccola città. Altro parametro soggettivo che determina il costo finale, la grandezza della casa e la quantità di materiale da trasportare: svuotare un monolocale ha ovviamente costi differenti rispetto ad una villa.
I traslocatori sono professionisti ed in quanto tali il loro tempo ha un costo; di base si possono tenere presenti alcuni fattori che influiscono direttamente sul prezzo finale di un trasloco. Nello specifico si parla di:

  • Quantità mobili da spostare;
  • Distanza da percorrere;
  • Numero di scatoloni;
  • Accessibilità al locale da svuotare;
  • Periodo dell’anno in cui si effettua un trasloco.

Dall’insieme di questi fattori esce fuori il prezzo del trasloco. Il consiglio è quello di farsi fare diversi preventivi, il che oggi è certamente semplificato in quanto ci si può rivolgere al web (per informazioni, traslochi preventivi).

Come analizzare i preventivi per traslochi

Quando si analizza un preventivo poi, da valutare diversi aspetti: non necessariamente deve prevalere il prezzo più basso, meglio accertarsi dei servizi offerti. Chi eseguirà il montaggio e lo smontaggio dei mobili? Nel preventivo è presente anche un servizio di deposito mobili? La ditta offre una assicurazione sui beni più delicati e preziosi?
Tanti elementi che devono essere valutati nel calderone prima di optare per una azienda piuttosto che per un’altra. Ecco allora che il consiglio è sempre quello di richiedere diversi preventivi e valutare poi costi uniti ai servizi proposti.

 

 

L’articolo Traslochi, come farli e quanto costano proviene da Corso Italia News.