Scontri Costa d’Amalfi-Nola, parla il presidente bianconero De Lucia: il San Martino non è a norma, pronto il ricorso

Il Nola vuole chiarezza sui fatti accaduti a Maiori la scorsa settimana, dopo la partita con il Costa d’Amalfi. Questo è quanto emerge da una nota della la società napoletana, che definisce iniqua la squalifica a porte chiuse per quattro partite, condannando ovviamente qualsiasi atto di violenza. Il presidente del Nola, Alfonso De Lucia, definisce tale provvedimento ingiusto, definendo la ricostruzione dei fatti di parte e ritenendo lo stadio San Martino di Maiori, non idoneo e non a norma per ospitare tali manifestazioni sportive: l’ex portiere di Parma e Salernitana definisce infatti la “struttura non idonea ad ospitare eventi sportivi aperti al pubblico”. Il Nola pertanto comunica che farà ricorso e si dichiara estraneo a qualsiasi fatto e ritenendo la punizione eccessiva. Tale questione rischia di mettere in discussione la struttura del San Martino di Maiori, oltre ad aprire il vaso di Pandora sulle responsabilità oggettive che spesso penalizzano le società. Il Nola non ci sta e al momento chiede solo giustizia per la propria società.

L’articolo Scontri Costa d’Amalfi-Nola, parla il presidente bianconero De Lucia: il San Martino non è a norma, pronto il ricorso proviene da Positano News.