Napoli | Inclusione e Ambiente: Cittadini uniti per spiagge e fondali puliti

L’evento promosso da Spiaggia SuperAbile, Marenostrum e il Centro Subacqueo Sant’Erasmo per sottrarre spiagge all’incuria con numerosi volontari e persone con disabilità: un’esperienza di vera inclusione 

NAPOLI. Si terrà il prossimo sabato 27 giugno 2020, presso la spiaggia delle Monache in via Posillipo in Napoli, la prima edizione della manifestazione Inclusione e Ambiente – Cittadini uniti per spiagge e fondali puliti, progetto nato dall’idea di tre associazioni, Spiaggia SuperAbile – Cibele, Marenostrum di Archeoclub d’Italia e il Centro Subacqueo Sant’Erasmo.

Sarà una giornata interamente dedicata all’attività educativa in ambito ecologico e alla raccolta dei rifiuti dalla spiaggia delle Monache, oltre alla pulizia del fondale marino del prospiciente specchio acqueo.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Napoli, dalla Città Metropolitana e dalla Regione Campania, sarà il primo tassello di un progetto più ampio che vede la necessità di sottrarre spiagge come quella delle Monache all’incuria e avrà un’elevata valenza dal punto di vista ambientale, educativo e sociale: vedrà il coinvolgimento di numerosi volontari e di persone con disabilità e con autismo che vivranno da protagonisti la manifestazione, partecipando all’evento insieme alle persone neurotipiche e normodotate, vivendo un’esperienza di vera inclusione.

La giornata avrà anche come obiettivo quello di puntare un faro sulla necessità di avere spiagge accessibili nel Comune di Napoli – dichiarano gli organizzatori – Napoli è la prima città di mare d’Italia ma ha un problema oggettivo legato all’inaccessibilità dei suoi arenili. Anche i porticcioli turistici non sono dotati di gruette che consentano alle persone con disabilità di accedere a piccole e medie imbarcazioni e questo non è tollerabile nel 2020”.

Parteciperanno all’iniziativa numerosi enti e associazioni, come il COMSUBIN Nucleo Palombari della Marina Militare, il comitato del molo San Vincenzo che effettuerà la pulizia dei fondali in apnea, il nucleo Sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Napoli, l’Istituto Comprensivo Porchiano Bordiga, Mani Tese, l’associazione Fondali Campania, il Comitato del quartiere Poggioreale, l’associazione La Gloriette, l’associazione Oltre il Guscio.

Saranno presenti, inoltre, l’assessora alla risorsa mare Francesca Menna, l’assessore all’ambiente Raffaele Del Giudice, l’assessore alle politiche sociali Monica Buonanno, il consigliere comunale Francesco Vernetti, presidente della commissione Mare del Comune di Napoli, la presidente di Asia Napoli Maria De Marco e la consigliera regionale On. Enza Amato, firmataria della proposta di legge regionale “Disposizioni per favorire l’accesso delle persone con disabilità alle aree demaniali destinate alla balneazione”.

Lo smaltimento dei rifiuti sarà affidato ad Asia Napoli mentre il supporto sanitario sarà a cura del Corpo Militare dell’Ordine di Malta.

Il programma: 

  • ore 8:30 briefing subacquei;
  • ore 9:00 briefing volontari pulizia spiaggia;
  • ore 12:00 fine attività di pulizia;
  • ore 12:30 saluti istituzionali;
  • ore 13:00 conclusione manifestazione.

 

Salvatore Esposito

L’articolo Napoli | Inclusione e Ambiente: Cittadini uniti per spiagge e fondali puliti proviene da Corso Italia News.