Fondazione Ravello, Nicola Amato nel consiglio di indirizzo. Insieme per Ravello: “Conferenza dei capigruppo inutile”

Nicola Amato è il terzo consigliere d’indirizzo a rappresentare il Comune nella Fondazione Ravello. Il sindaco Salvatore Di Martino con decreto di nomina (pubblicato sull’Albo Pretorio dell’Ente) e trasmesso al segretario generale della Fondazione, Ermanno Guerra, ha comunicato la propria scelta. Una situazione abbastanza scontata, considerando che nella Città della Musica si vocifera già di un avvicendamento politico del consigliere di Ravello nel Cuore all’attuale maggioranza.

Anche per la minoranza di Insieme per Ravello, i giochi erano ormai fatti, alla vigilia della riunione dei capigruppo avvenuta ieri sera, facendo già presagire l’esclusione dell’altro candidato al CdI, Dario Cantarella:

“Inutile come era nelle aspettative, la conferenza dei capigruppo che si è tenuta questo pomeriggio alle ore 18,15, per le nomine in seno al CdI della Fondazione Ravello. I nominativi in lizza che – come riferito dal Sindaco – sono stati formulati dai consiglieri di maggioranza e con l’auto candidatura di Nicola Amato, sono per l’appunto quelli dei consiglieri Amato e Cantarella, scrive su Facebook i consiglieri Paolo Vuillemieur e Gianluca Mansi.

Unica nota degna di rilievo politico della seduta, l’affermazione del Sindaco a proposito della posizione del consigliere Cantarella che non farebbe più parte del gruppo di maggioranza. Affermazione quest’ultima che non ha mai trovato conferma in consiglio comunale né da parte del gruppo Rinascita né tantomeno da parte del consigliere Cantarella”.

Dopo le dimissioni di Michelangiolo Mansi, Amato andrà a ricoprire il ruolo di Consigliere d’Indirizzo insieme al sindaco Di Martino e l’avvocato Paolo Imperato fino a quando non ci sarà l’adozione del nuovo statuto lasciato in “eredità” dalla gestione di Mauro Felicori, che ridisegna l’organo con tre posti per la Regione Campania e uno a testa per Comune e Provincia.