Faito Doc Festival dal 3 al 7 Agosto 2020, con proiezioni solo a cielo aperto, sotto le stelle.

I saluti di Nathalie Rossetti e Turi Finocchiaro (direttori artistici) 

Vico Equense – La XIII edizione del Faito doc segna un cambiamento. Il tema scelto: metamorfosi appare come una premonizione. Viviamo tutt’ora in una atmosfera straniata, di trasformazione, dal confinato allo sconfinato. Stato di introspezione o di nuove solidarietà… Cosa attraversa il pensiero? Quali sono le scoperte, i sogni, le domande? O semplicemente che cambiamento c’è stato nel modo di vivere, nel quotidiano dell’uno e dell’altro? La Natura, la terra stessa, cosa ne pensa? Quale sarà la sorte per il mondo? Cosa verrà fuori da tutti noi, che abbiamo vissuto come migliaia di crisalidi confinate? Ovidio, Apuleio e Kafka in periodi storici diversissimi hanno fatto della metamorfosi il tema della loro opera. Ma oggi, attraverso lo sguardo di cineaste e cineasti, cosa s’intende per Metamorfosi? Di cosa si tratta, di una parola legata alla mitologia, alla letteratura, all’arte, alla magia o alla scienza? Di una nozione filosofica, politica, terapeutica… o altro? Mutamento, cambiamento, trasformazione di natura, di genere, di geografia, di cultura…Passaggio da uno stato fisico, da un sentimento ad un altro? Dall’azione pacifica alla violenza o vice-versa? La metamorfosi che tipo di legame intrattiene per esempio con l’idea della rivoluzione ? E se la Metamorfosi fosse un film cosa sarebbe?

Il gruppo dei 7 selezionatori di età e nazionalità diversa, registi o esperti del settore, ha visionato oltre 400 opere tenendo conto sia della forma, del punto di vista che del tema e quindi dei multi-sensi dati alla metamorfosi e ha scelto più di 27 film, tutti cortometraggi. Se il Faito Doc è un festival fondato sull’incontro fra persone, un arcobaleno di volti e culture per celebrare l’amore per il cinema documentario, come organizzarlo per avere il sentimento di viverlo insieme e anche oltre gli schermi?! Come reinventarci? Il Faito Doc Festival 2020 è un I Atto, un prologo che si estenderà su due anni, fino al 2021. Il tema della metamorfosi invita all’attualità che viviamo. Un festival dal 3 al 7 Agosto 2020 sul Monte Faito, con proiezioni solo a cielo aperto, sotto le stelle. Sono previste 2 Competizioni Internazionali di cortometraggi e Momenti magici in tema. I concorsi saranno in presenza e online. La Giuria Internazionale in parte online valuterà una selezione di 13 cortometraggi internazionali. Il prossimo anno nel 2021 eccezionalmente, gli stessi membri della giuria saranno coinvolti e riuniti ufficialmente al Faito DOC – che si svolgerà in presenza – e proietteremo i lungometraggi di creazione e una nuova selezione di corti – tutti sempre collegati alla metamorfosi. In questa versione Prologo la sera e la notte saranno dedicate al Cinema e le giornate alle passeggiate naturalistiche e artistiche… Una occasione di ricongiungerci alla montagna. Che la strana luce del 2020 possa illuminare il cammino di ogni spettatore verso il 2021, amici, passanti e partecipanti. Buon Festival!