De Luca vola nei sondaggi: ha 44 punti in più su Caldoro

Campania – Vincenzo De Luca vola nei sondaggi. L’ultimo, realizzato da Winpoll-Arcadia per il «Sole 24 Ore», pone addirittura il Governatore della Campania al di sopra del 65%, precisamente al 65,4%. Quasi il triplo dei consensi per ora solo ipotetici – del suo principale antagonista, che è il candidato del centrodestra Stefano Caldoro, di poco sotto la soglia del 22%, con il 21,9%. Non raggiungerebbe invece 1’11%, al momento, Valerla Ciarambino, del Movimento Cinque stelle, data al 10,9%. Non solo. A confermare che il boom è tutto merito di De Luca, anche un altro dato: quello che vede il consenso per il governatore uscente ben al di sopra di quello delle liste che lo sostengono, per altro ancora in via di formazione. Sulla base delle intenzioni di voto delle liste, infatti, la coalizione di De Luca potrebbe contare sul 45,1%, con una differenza tra la stima del voto al candidato e del voto alle liste (in Campania gli elettori possono esprimere un voto disgiunto) di ben 20 punti percentuali. All’interno della coalizione, inoltre, le liste «del presidente» sono stimate al 19,8%, mentre la somma dei voti dei partiti di centrosinistra non arriva al 25%.

De Luca vola nei sondaggi: ha 44 punti in più su Caldoro

Campania – Vincenzo De Luca vola nei sondaggi. L’ultimo, realizzato da Winpoll-Arcadia per il «Sole 24 Ore», pone addirittura il Governatore della Campania al di sopra del 65%, precisamente al 65,4%. Quasi il triplo dei consensi per ora solo ipotetici – del suo principale antagonista, che è il candidato del centrodestra Stefano Caldoro, di poco sotto la soglia del 22%, con il 21,9%. Non raggiungerebbe invece 1’11%, al momento, Valerla Ciarambino, del Movimento Cinque stelle, data al 10,9%. Non solo. A confermare che il boom è tutto merito di De Luca, anche un altro dato: quello che vede il consenso per il governatore uscente ben al di sopra di quello delle liste che lo sostengono, per altro ancora in via di formazione. Sulla base delle intenzioni di voto delle liste, infatti, la coalizione di De Luca potrebbe contare sul 45,1%, con una differenza tra la stima del voto al candidato e del voto alle liste (in Campania gli elettori possono esprimere un voto disgiunto) di ben 20 punti percentuali. All’interno della coalizione, inoltre, le liste «del presidente» sono stimate al 19,8%, mentre la somma dei voti dei partiti di centrosinistra non arriva al 25%.