Cinque decessi in pochi giorni, Nas all’ospedale di Boscotrecase

Cinque morti in pochi giorni: la Procura di Torre Annunziata apre un’inchiesta sul Covid Hospital di Boscotrecase. Nella struttura arrivano anche i carabinieri del Nas per un’ispezione e capire cosa ci sia di vero nei tanti allarmi lanciati dall’interno dell’ospedale. I militari hanno eseguito una verifica approfondita delle procedure in corso e si sono concentrati sulle forniture di materiali. Sono stati inoltre, ascoltati i rappresentanti della associazioni di categoria.

La Procura oplontina si è attivata dopo il decesso di cinque degli undici pazienti ricoverati in terapia intensiva, mentre medici, anestesisti e rianimatori, protestavano ottenendo il blocco dei ricoveri e denunciando la mancanza di strumenti essenziali per la rianimazione e persino farmaci antivirali ed antibiotici. Al momento non ci sono indagati né ipotesi di reato: si attende la relazione da parte dei carabinieri del Nas di Napoli.

Una situazione difficile per il Covid Center di Boscotrecase dove, comunque, ogni giorno arrivano 160 kit per gli 80 operatori e dove è già cominciata anche la sperimentazione con il farmaco del Pascale. Anche l’avvio dei tamponi al personale sanitario è partito, mentre nella serata di ieri è stata decisa la realizzazione di altri 8 posti in terapia intensiva con i lavori che inizieranno nei prossimi giorni. Restano le criticità per i degenti, attualmente 40 di cui 8 in rianimazione. Altri 40 posti vanno allestiti con altrettanti ventilatori.

The post Cinque decessi in pochi giorni, Nas all’ospedale di Boscotrecase appeared first on SorrentoPress.

Cinque decessi in pochi giorni, Nas all’ospedale di Boscotrecase

Cinque morti in pochi giorni: la Procura di Torre Annunziata apre un’inchiesta sul Covid Hospital di Boscotrecase. Nella struttura arrivano anche i carabinieri del Nas per un’ispezione e capire cosa ci sia di vero nei tanti allarmi lanciati dall’interno dell’ospedale. I militari hanno eseguito una verifica approfondita delle procedure in corso e si sono concentrati sulle forniture di materiali. Sono stati inoltre, ascoltati i rappresentanti della associazioni di categoria.

La Procura oplontina si è attivata dopo il decesso di cinque degli undici pazienti ricoverati in terapia intensiva, mentre medici, anestesisti e rianimatori, protestavano ottenendo il blocco dei ricoveri e denunciando la mancanza di strumenti essenziali per la rianimazione e persino farmaci antivirali ed antibiotici. Al momento non ci sono indagati né ipotesi di reato: si attende la relazione da parte dei carabinieri del Nas di Napoli.

Una situazione difficile per il Covid Center di Boscotrecase dove, comunque, ogni giorno arrivano 160 kit per gli 80 operatori e dove è già cominciata anche la sperimentazione con il farmaco del Pascale. Anche l’avvio dei tamponi al personale sanitario è partito, mentre nella serata di ieri è stata decisa la realizzazione di altri 8 posti in terapia intensiva con i lavori che inizieranno nei prossimi giorni. Restano le criticità per i degenti, attualmente 40 di cui 8 in rianimazione. Altri 40 posti vanno allestiti con altrettanti ventilatori.

The post Cinque decessi in pochi giorni, Nas all’ospedale di Boscotrecase appeared first on SorrentoPress.